venerdì 1 settembre 2017

Recensione "Il secondo raccolto" di Eli Easton


Finalmente riesco a parlarvi del romanzo che mi ha tenuto compagnia nello scorso weekend, ossia Il secondo raccolto di Eli Easton.
Sin dal momento in cui Dreamspinner Press ne ha annunciato la pubblicazione, ho sentito una particolare sintonia con questo libro ed non vedevo l'ora di immergermi tra le sue pagine soprattutto dopo aver scoperto che nel 2016 ha ricevuto un premio ai Rainbow Awards. Arrivata all'ultima pagina posso assicurarvi che il riconoscimento ottenuto è meritatissimo!
Andiamo insieme a scoprire perché...
P.S. in occasione dell'uscita ho avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con l'autrice e se volete curiosare cosa ci siamo dette, leggete il post fino in fondo ;)

Titolo: Il secondo raccolto
Titolo originale: A second harvest
Autore: Eli Easton
Serie: Storie dalla contea di Lancaster (#1)
Data pubblicazione: 29 Agosto 2017
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Traduzione: Valentina Andreose
Genere: M/M (Contemporaneo)
Prezzo: €5.93 - $6.99
Formato: ebook
Pagine: 203
Dove comprarlo: Amazon - Dreamspinner

Per tutta la vita David Fisher ha seguito le regole. Nato in una famiglia mennonita, ha sempre obbedito al volere del padre: ha preso in mano la fattoria di famiglia, si è sposato, ha avuto due figli. Ma ora che è rimasto vedovo e che entrambi i figli sono al college, continua a gestire la fattoria tutto solo e senza gioia, contando i giorni di una vita vissuta a metà. Christie Landon è un graphic designer, nato e cresciuto a Manhattan. È il tipico ragazzo gay che ama far festa, ma sente il bisogno di un cambiamento. Ha ormai trent’anni e ha capito che è il momento di crescere e pensare al futuro. Quando il suo migliore amico va in overdose, Christie decide di prendersi una pausa dalla città. Si trasferisce in una casetta in Pennsylvania, nella contea di Lancaster, per riposare, recuperare le forze e riflettere. La vita di campagna però è noiosa, nonostante le sbirciatine al muscoloso uomo brizzolato della porta accanto. La creatività di Christie lo porta ad appassionarsi alla cucina, così decide di proporre al vedovo un accordo per condividere i pasti e le spese per i prodotti di prima necessità. David accetta e subito la strana coppia si ritrova ad apprezzare enormemente quei momenti in comune. Christie mette a dura prova i limiti del piccolo mondo di David e riporta a galla emozioni che l’uomo ha sepolto anni prima. Se David riuscirà a liberarsi del proprio passato, potrà cogliere una seconda occasione per la felicità.

Cosa ne penso...

Negare la propria natura a causa del proprio orientamento religioso, imposto o meno, non è una tematica sconosciuta nel mondo M/M. Ciò non vuol dire che non si possa creare una storia meravigliosa su un argomento così comune, come infatti ci dimostra Eli Easton raccontando in modo appassionato l'incontro di David e Christie, due anime destinate a stare insieme e guarirsi a vicenda. Esiste una seconda opportunità per tutti, basta solo saperla cogliere.
Come poteva essere così sbagliata se il suo cuore sentiva che era così giusta? (...) Si sentiva vibrante e pieno di vita, voleva continuare a vivere quel momento e nessun altro; se avesse potuto, lo avrebbe imbottigliato per conservarlo per sempre. David
Con uno stile semplice, scorrevole e intrigante l'autrice ci trasmette una grande varietà di emozioni che rendono impossibile staccarsi dal romanzo. Momenti dolci, piccanti e intensi si alternano ad attimi di paura, violenza e pregiudizio in un turbine di eventi che movimentano la storia.
Entrambi i protagonisti sono stati caratterizzati egregiamente e l'aspetto psicologico è stato approfondito in modo perfetto.
Era nato, obbligato a stare e istruito in una fattoria, plasmato per diventare una sola cosa: un rigido contadino devoto alla religione. Che fosse possibile rimanere in quella ragnatela e allo stesso tempo agire liberamente? E soprattutto, ne aveva il coraggio? E il coraggio sarebbe bastato a liberarsi di quella tela? David
David è il protagonista che per ovvie ragioni spicca di più: vedovo, padre di due figli ormai grandi, lavoratore instancabile, nega da sempre la sua omosessualità. Appartiene ad una comunità mennonita ed è stato cresciuto in modo da rispettare con rigore il loro credo. A 18 anni ha dovuto mettere da parte i propri sogni e prendere le redini della fattoria di famiglia e sposare una brava donna. 
Ora a minare la sua apparente e tanto sudata stabilità ci pensa l'arrivo del bel graphic designer Christie. Il ragazzo gli rende sempre più difficile negare i propri impulsi, ma non può dimenticare il contesto in cui vive e le conseguenze che provocherebbe lasciandosi andare.
La nascita dell'intesa tra David e Christie avviene con le giuste tempistiche, l'unico modo per arrivare al cuore di David è farlo un passo alla volta ed è bellissimo assistere all'avvicinamento dei due uomini.  La lotta interiore dell'uomo appare chiara sin dal principio, la paura di perdere tutto e il suo tormento sono palpabili in ogni momento. Le tappe del suo percorso sono scandite e accostate alle fasi del raccolto, espediente che rende ancor più reale ogni aspetto della vicenda.
«Sei l'unico finale che voglio, perché io darò tutto me stesso a questa storia.» Christie
Uno sguardo o un breve tocco a volte vale più di mille parole, e nasconderlo al mondo diventa difficile man mano che il loro rapporto si approfondisce. Un aspetto che ho apprezzato particolarmente di David è il suo "non tirarsi mai indietro", si prende la responsabilità di ogni azione e ciò evidenzia la sua integrità.
Anche Christie ha avuto un passato piuttosto importante che l'ha portato a voler dare una svolta alla sua vita. Lancaster rappresenta il suo nuovo inizio e mai avrebbe pensato di trovare anche l'amore. 
L'omofobia è uno dei temi principali del romanzo e si basa principalmente su fondamenti religiosi. L'idea che amare un altro uomo sia peccato è stata inculcata a forza nelle loro menti da un insegnamento che è stato preso alla lettera e non dà la possibilità al soggetto di ragionare con la propria mente. Ciò è chiaramente dimostrato dal comportamento dei figli di David che hanno sempre guardato in una sola direzione e si sentono spaesati quando si trovano di fronte alla realtà. L'intera vicenda influisce, alla fine, in modo positivo sui due ragazzi, c'è voluto però un atto terribile per portarli a guardare oltre, ma non è il risultato ciò che conta? 
Mi aspettavo un finale leggermente più corposo e meno affrettato, il salto temporale è stato di sicuro gradito, ma mi ha lasciato una punta di delusione. Una piccola pecca che tuttavia non ha influito particolarmente sul giudizio complessivo del romanzo!
Il secondo raccolto è un romanzo dove amore e odio lottano fino all'ultima riga, è una storia di rinascita e seconde possibilità. Ci mostra il grande coraggio che risiede nella scelta di prendere in mano la propria vita e assecondare i propri desideri, un percorso verso la felicità!

That's amore

Bollente


Serie "Storie dalla contea di Lancaster"
01. Il secondo raccolto
02. Tender mercies (inedito)



La mia intervista all'autrice
Clicca sul banner qui sotto per leggerla

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti aiutano il blog a crescere e io adoro leggere i vostri pensieri!