lunedì 13 marzo 2017

Recensione "Catch the Fire" di F.N. Fiorescato


Buongiorno, inauguriamo la settimana con la recensione del romanzo Made in Italy Catch the Fire firmato F.N. Fiorescato, primo volume della serie Through the Flames.
Avevo sentito parlare parecchio di questo libro e proprio grazie al vostro consiglio nella rubrica From Italy with Love (QUI) mi sono tuffata tra le sue pagine. Avrà conquistato anche me? Non vi resta che continuare a leggere il post per scoprirlo!

Titolo: Catch the Fire
Autore: F.N. Fiorescato
Serie: Through the Flames (#1)
Data di pubblicazione: 19 Ottobre 2016
Casa Editrice: Autopubblicato
Prezzo: gratis
Formato: ebook
Pagine: 315
Dove comprarlo: Google Play - Amazon

Evan, promettente studente di veterinaria del secondo anno di università, ha 23 anni ed è un ragazzo riflessivo, pacato e gentile. Il suo carattere lo rende propenso ad aiutare gli altri senza pretendere mai nulla in cambio. E' il classico "bravo ragazzo" cresciuto in una famiglia amorevole che ha accettato senza problemi la sua omossesualità. All'apparenza la sua vita sembrerebbe perfetta, se non fosse per Trey.
Trey, annoiato studente di giurisprudenza al secondo anno di università, ha 23 anni ed un ragazzo sfacciato, arrogante e promiscuo. Il suo carattere lo rende affascinante agli occhi degli altri e colleziona conquiste innumerevoli senza promettere mai nulla in cambio. E' il classico "cattivo ragazzo" cresciuto in una famiglia ottusa e perbenista che non ha mai accettato la sua bisessualità. All'apparenza la sua vita sembrerebbe un casino, se non fosse per Evan. 
Evan e Trey sono amici di infanzia. Sono i due poli opposti di una calamita, non hanno nessun sogno in comune. Sono come l'acqua e il fuoco. 
Evan sa benissimo quello che vuole dalla sua vita, lo sa da quando ha conosciuto Trey. E sa benissimo che il suo migliore amico non potrà mai dargli quello che desidera. 
Trey è uno spirito libero, non vuole legami, non vuole appartenere a nessuna etichetta, si diverte andando a letto con chiunque in attesa di trovare la donna giusta con cui avere una famiglia. Evan invece vuole essere quella famiglia che Trey cerca da sempre. 
Ma la calma e la dolcezza di Evan, così simile all'acqua, potranno mai catturare il fuoco che da sempre alberga dentro Trey?

Cosa ne penso...

Evan è innamorato del suo migliore amico Trey da anni, senza però essere ricambiato e la sofferenza che deriva da questa condizione è tanta.
La prima volta che lo aveva visto qualcosa dentro di lui era scattato. Qualcosa si era acceso. Un fuoco estremamente potente, accecante, soffocante. Il grigio acciaio degli occhi di Trey si era scontrato con l'azzurro di quelli di Evan e non si sarebbe mai immaginato di restarne tutte le volte stregato. (...) Evan aveva scelto l'unico modo per rovinare quel rapporto a cui non avrebbe mai voluto rinunciare: innamorarsi del suo migliore amico. Quale scelta aveva se non quella di restargli accanto nonostante il male che sentiva? Perché il dolore lo sentiva eccome. Ogni volta che Trey ricambiava lo sguardo di un uomo o di una donna che lo puntavano come una preda, sentiva lo stesso fuoco di quando lo aveva conosciuto, solo che questo faceva un male cane. Evan
Tra l'altro Trey non nasconde certo la sua passione per le storie da una botta e via passando da un letto all'altro, anche se a quest'ultimo preferisce l'anonimo bagno di un locale, e alle sue occasioni conquiste non promette mai nulla.
Sapeva di essere un bastardo, ma per lo meno era un bastardo onesto. Non prometteva e non voleva promesse a sua volta. Un incontro anonimo in cui entrambe le parti traevano il meglio. Cosa potevi volere ancora? Cercava un minuto di oblio, niente di più. Trey
Il ragazzo è perfettamente consapevole dei sentimenti provati dall'amico, ma fa finta di non vedere per paura di perderlo.
Non era uno stupido, non si era mai ritenuto tale. Sapeva cosa provava il suo migliore amico per lui, lo aveva sempre saputo, e non aveva mai fatto o detto nulla in proposito. Alcuni argomenti non andavano affrontati più semplicemente, perché il dolore che avrebbero causato sarebbe stato maggiore dell'omertà che richiedevano. (...) Evan era un grandissimo tabù e Trey non aveva intenzione di infrangerlo. Trey
Quanto può andare avanti una situazione di questo tipo prima di raggiungere un punto di rottura? Quanto può soffrire un cuore umano prima di sgretolarsi del tutto? E se arrivasse qualcuno in grado di far voltare pagina a Evan? Trey resterà impassibile come al solito?
Adesso voleva qualcosa per se stesso. Voleva davvero qualcosa da poter considerare solo suo. Quel qualcosa che Trey non sarebbe mai stato in grado di dargli. Mormorò una risposta distratta alla sua domanda mentre le dita stringevano il fazzoletto che aveva nella tasca dei jeans. Non aveva ancora letto il numero eppure in quel momento gli sembrava l'unica salvezza dalla sua patetica vita da ragazzo gay innamorato del suo migliore amico. Evan
La narrazione, affidata alternativamente ad entrambi i protagonisti, è scorrevole e cattura sin dalla prima pagina. L'amore non ricambiato è sempre un tema piuttosto caldo e intrigante, inoltre non ci sono tempi morti, succede sempre qualcosa e in questo modo l'attenzione e la curiosità vengono mantenute alte.
Il passato si alterna spesso al presente permettendoci di aggiungere dei tasselli mancanti e importanti alla storia presente. Passando da un punto di vista all'altro si torna leggermente indietro nel tempo per renderci partecipi di ciò che ci siamo persi seguendo il racconto dell'altro protagonista.
La caratterizzazione dei personaggi è sicuramente un punto favorevole, si riesce ad entrare perfettamente in sintonia con loro e con le loro emozioni. Senza alcun dubbio risulta più difficile con Trey, ma non si può dire che non venga descritto in modo esaustivo nonostante i suoi difetti.
Assistiamo al percorso di crescita di Evan e Trey che include inevitabilmente degli sbagli, ma sbagliare è umano e dona quel tocco in più di realismo al soggetto, anche se personalmente avrei ampliato leggermente le tempistiche degli eventi.
Evan è un personaggio molto bello, attira subito la simpatia, la fiducia e il sostegno del lettore, mentre Trey non fa molto per farsi apprezzare, almeno all'inizio.
Il dolore di Evan arriva forte e chiaro, e l'odio verso il colpevole, Trey, aumenta in modo esponenziale. Quest'ultimo compie un sacco di scelte che mettono a dura prova la pazienza e che appaiono per la maggior parte contraddittorie. In ogni caso ciascuna strada da lui percorsa porta a numerosi cambiamenti nella vita di entrambi che risultano infine necessari e funzionali alla loro maturazione.
Tenere Evan legato a sé poteva essere semplice, ma lasciarlo andare per sempre... Si umettò le labbra e ruotò sui talloni allontanandosi dal salotto in cerca della privacy della sua camera da letto. Lasciarlo andare per sempre sarebbe stato il suo regalo all'unica persona che davvero aveva contato qualcosa per lui. Vivere senza Evan... Beh, quello sarebbe stato molto più difficile. Trey
Leggere questo libro assicura un bel giro sulle montagne russe delle emozioni. Le autrici ci narrano una storia d'amore difficile, sofferta e nonostante la trama non appaia originalissima, il contenuto lo è, e non mi ha lasciato la sensazione del "già letto". Mi hanno stupito e sicuramente leggerò il secondo volume Foolish Fire che vede protagonista Jared, un uomo che ho amato sin dalla prima comparsa in questo capitolo.
Un piccolo appunto che mi ha fatto leggermente storcere il naso riguarda l'incidente automobilistico, non svelerò altro per non incappare in spoiler, ma la situazione non mi è sembrata particolarmente realistica e convincente. Mi riferisco al post-incidente, che mi è parso piuttosto "romanzato". La realtà è ben diversa, sarà deformazione professionale, ma determinati avvenimenti devono essere il più veritieri possibili. Passi la fantasia, ma non possiamo andare troppo oltre. Ciò non penalizza il libro, però potrebbe essere uno spunto per il futuro.
Qualche piccolo refusetto è presente, ma niente di estremamente grave e che non influenza particolarmente la lettura.
Come partenza è sicuramente positiva e penso che queste autrici possano regalarci tante sorprese!

Consigliato!

Infuocato


Serie "Through The Flames"
01. Catch the Fire
02. Foolish Fire


2 commenti:

  1. ho trovato la tua recensione perfettamente in linea con il mio pensiero, ho adorato questa storia dalla prima parola all'ultima commuovendomi come poche volte mi è successo..ora sto leggendo Foolish Fire e devo dire che se possibile è meglio del primo. Bravissime

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evviva! Spero di riuscire a leggerlo presto ^^

      Elimina

I vostri commenti aiutano il blog a crescere e io adoro leggere i vostri pensieri!